Aprila in formato 1600*1200 Aprila in formato 1280*1024
San Martino della battaglia
Frazione di Desenzano del Garda (da cui dista otto chilometri), nel 1859, durante la seconda Guerra di Indipendenza, fu teatro di una sanguinosa battaglia fra l'esercito austriaco e quello franco-piemontese.
Era il 24 giugno 1859. La battaglia durò dalle 8 del mattino alle 7 della sera, e lasciò sul campo migliaia di morti e feriti. Ma le truppe piemontesi, al comando del Re Vittorio Emanuele II, riportarono una vittoria che fu decisiva per l'esito finale della guerra.
Per ricordare quella battaglia e soprattutto i tanti soldati che lì persero la vita, fra il 1880 ed il 1893 si eresse una torre alta 74 metri, chiamata "La spia d'Italia", ma comunemente conosciuta come "Torre di San Martino".
La torre è interamente visitabile, attraverso una rampa circolare interna che permette l'accesso ai vari piani. Ad ogni piano vi sono degli affreschi raffiguranti importanti battaglie. Nell'ingresso è posta una statua di bronzo, raffigurante Vittorio Emanuele II, a cui la torre fu dedicata.

Accanto alla torre, nel 1939, fu costruito il Museo Storico.
Nella Cappella dei Conti Treccani è ospitato l'ossario nel quale sono conservati 2.619 resti mortali di soldati Italiani e Austriaci.