Aprila in formato 1024*768 Aprila in formato 1024*768
Limone sul Garda
Contrariamente a quello che pensano molti, Limone, non deve il suo nome al profumato agrume che produceva sulle sue balze, ma al fatto di essere stata per secoli località di confine (in latino "limen" da cui appunto Limone), funzione che mantenne fino al 1918 quando cessò di segnare il confine tra il Regno d'Italia e l'Impero Asburgico.
Limone fu sempre isolata dal mondo. Ci si arrivava solo attraverso monti impervi o navigando sul lago. Poi nel 1932 venne ultimata la Gardesana, strada tagliata nella roccia, tra le più belle al mondo, e finalmente l'isolamento finì.
Limone è un paese di gente semplice e ospitale, legata alle proprie tradizioni, ma proiettata verso il futuro; terra di contrasti piena di vita e di movimento, ma anche di tranquillità per tutti coloro che cercano un'oasi di relax lontano dalla frenesia quotidiana. Il clima mite, come sulle coste del mediterraneo, è favorevole alle colture raffinate, oleandri, olivi, cedri e limoni crescono rigogliosi e forti, le terrazze a giardino di limoni, chiamate limonaie, sono decantate nei versi dei più grandi e famosi poeti europei. Da non dimenticare gli olivi centenari che si possono ammirare ovunque così imponenti e la produzione di olio extra vergine d'oliva che ancora oggi avviene come 200 anni fa. Antico paese dagli angoli suggestivi, dalle vecchie case a portici, è dotato di attrezzature turistiche e di strutture ricettive d'ogni tipo in grado di soddisfare le più svariate esigenze. Vela, surf, mountain bike, escursionismo sono solo alcuni degli sport che qui è bello praticare.
Ad agosto si svolge “l’Estate a Limone sul Garda” con concerti, spettacoli pirotecnici e folcloristici. A marzo c’è la “festa di mezza quaresima”, tradizionale manifestazione religiosa e gastronomica. A settembre si svolge la “Festa dell’olio d’oliva” e il “torneo internazionale di tennis”.